Gli inglesi hanno raccolto 150.000 firme per rigiocare la finale Euro 2020 Italia-Inghilterra

Abbiamo visto tutti gli Europei di calcio 2020 e sappiamo bene com’è andata a finire. Ed improvvisamente escono fuori notizie del genere, che ti fanno sorridere e ti sorprendono almeno di primo achitto per la loro sfrontatezza  e coraggio. C’è da riconoscere che pensare ad una petizione online con 150.000 tifosi inglesi che chiedono di ripetere la finale per motivi vari ed eventuali sia un atto unico, coraggioso ed irripetibile, difficile anche da quotare in termini di scommesse, se vogliamo (fonte). Se avessero fatto una cosa del genere in Italia, per intenderci, sarebbe stato l’argomento del mese e, obiettivamente in modo giusto, saremmo stati sbertucciati da mezza Europa.

Per come funzionano le dinamiche di queste notizie, Barella e compagni dovrebbero stare lì a preoccuparsi della cosa. Cosa che ovviamente non è il caso di fare in nessun caso, dato che a quanto pare la finale di Euro 2020 vinta dall’Italia, come ben sappiamo, brucia moltissimo agli inglesi.


Scopri il sito redvalentine.com

Eppure la notizia è reale, ed c’è pure la fonte su Change.org: da quello che si legge la petizione (il cui valore legale, anzittutto, è quantomeno dubbio ed è spesso legato ad iniziative populiste o puramente di “pancia”) la partita dell’Italia sarebbe stata giocata in modo addirittura scorretto dagli italiani, che avrebbero (sempre secondo questa spiegazione ai limiti del fantasioso) approfittato degli arbitri a proprio favore.

Un vero e proprio classico per chi, ad esempio, è abituato a seguire i campionati di calcio di ogni ordine e grado, dove queste cose (anche a livello internazionale) sembrano essere all’ordine del giorno. Di fatto, l’Italia ha vinto gli Europei e stiamo ancora finendo di festeggiare, e se servisse dirlo ciò è avvenuto in modo completamente regolare.

Ben 150.000 persone hanno firmato la petizione per far rigiocare la partita,  ma bisogna ricordare che:

  • la ripetizione della partita non è generalmente contemplata dal regolamento, salvo casi realmente eccezionali;
  • ciò può avvenire nella storia per partite non disputate o interrotte, ma quando il risultato viene ufficializzato rimane quello;
  • le petizioni non hanno valore universale, soprattutto se vengono promosse mediante change.org e simili siti web gratuiti e privi di autenticazione forte per l’utente.

Gli inglesi pero’ ci credono sul serio, anche a giudicare dal tono dei commenti alla petizione di gente che, almeno da quello che scrivono, e questo probabilmente farà ridere o sorridere molti altri tifosi. A cominciare da quelli della Scozia, ad esempio, che hanno fatto il tifo per l’Italia in funzione anti-inglese, e insomma, anche qui, tutto – più o meno – nella norma.

Photo by Izuddin Helmi Adnan on Unsplash


Scopri il sito redvalentine.com