Italia: un uomo chiede di andare in carcere perché la vita a casa è insopportabile

Un uomo, agli arresti domiciliari in Italia, si sarebbe recato in una stazione di polizia chiedendo di essere messo in prigione perché trovava insopportabile la vita in casa con la moglie, almeno da quanto risulta ai carabinieri. L’uomo è stato arrestato per violazione degli arresti domiciliari, e le autorità giudiziarie hanno disposto il suo trasferimento in carcere. Si tratta di un trentenne albanese che vive a Guidonia Montecelio, vicino Roma, dice che non poteva più far fronte alla convivenza forzata con la moglie. Esasperato da questa situazione, ha preferito fuggire e presentarsi spontaneamente ai carabinieri per chiedere di scontare la pena dietro le sbarre.

L’uomo era agli arresti domiciliari da diversi mesi per reati legati alla droga, e avrebbe dovuto restarvi ancora per diversi anni. Viveva a casa con la moglie e la famiglia, non ce la faceva più: la vita in famiglia era un inferno e avrebbe voluto, di sua spontanea volontà, andare in prigione. Risultato che sembra, se non altro, aver ottenuto. Foto di EBSG1879 da Pixabay


Scopri il sito redvalentine.com

Scopri il sito redvalentine.com