In circa un decennio, il modo di comunicare tra le persone, a prescindere dalla presenza o meno di un legame e dalla tipologia dello stesso, è cambiato notevolmente. Le distanze hanno teso ad accorciarsi sempre di più fin quasi ad azzerarsi. È chiaro che il principale artefice del fenomeno sia l’avvento delle piattaforme social. I nuovi paradigmi digitali nei quali, oltre a fare conoscenze con gli altri utenti, si possono combinare veri e propri incontri, poi, hanno contribuito ad ampliare il fenomeno in maniera molto notevole.

In questi casi, non si parla né di semplici amicizie, né soltanto di appuntamenti con cui provare a costruire qualcosa con l’altra persona che si incontra dal vivo, ma anche di metodi per ricercare svago occasionale in maniera più comoda ed immediata. Insomma, l’arrivo del dating online ha portato una sferzata positiva, per certi versi, alla socialità, specie nei mesi di lockdown durante la pandemia e, inoltre, ha contribuito ad abbattere i costrutti, visto che sempre più donne, ormai, utilizzano questi siti prendendo l’iniziativa.

In ogni caso, già in passato le connessioni facilitate offerte dai social network venivano viste come la miglior soluzione per avvicinare le persone, ma negli ultimi tempi, sia le piattaforme più convenzionali che quelle dedicate al dating hanno subito un incremento notevole, prima a causa della pandemia, come detto e, successivamente, per una serie di motivi ben precisi. Scopriamo di seguito i dettagli del fenomeno.

Il boom dei siti d’incontri, com’è successo?

Come detto, durante la pandemia le piattaforme di dating ed i social network sono state viste come dei porti sicuri in cui portare avanti i propri legami o iniziarne di nuovi. Il fenomeno ha coinvolto ambo i sessi, ma nel genere femminile c’è stata una presa di posizione in grado di andare contro ogni pronostico, ma in favore di un pensiero moderno e particolarmente open-mind. A tutt’oggi, del resto, è facilissimo imbattersi in annunci di donna cerca uomo Brescia, così come in qualsiasi altra città d’Italia, sia per fini più seri che per incontri occasionali e svago puro.

Al di là del lockdown, comunque, e delle possibilità offerte alle persone dalle piattaforme di dating, esse si rivelano ancora un ottimo modo per evadere dai ritmi della routine e, soprattutto, per fare conoscenze di varia natura in assenza di stabilità, quando ad esempio si viaggia molto per lavoro. Non a caso, attualmente non sono più solo le persone introverse a navigare su questi siti, ma anche chi lavora in giro per l’Italia e per il mondo o chi ha una routine tanto piena da non riuscire anche ad incontrare qualcuno a fine giornata per fare conoscenze, a meno di non aver già modo di organizzarsi.

L’implementazione delle piattaforme di dating

Al di là di quanto appena detto, ciò che ha amplificato ulteriormente il fenomeno di diffusione dei siti di dating è stato il loro miglioramento dal punto di vista tecnologico. Le aziende, durante la pandemia, hanno scorto il potenziale dei siti che detenevano e hanno deciso di arricchirli, oltre con interfacce utente più intuitive e metodi di ricerca e chat più stimolanti, ma anche con funzionalità che permettessero di mantenere vive le conversazioni in maniera facilitata.

Su tutte spicca quella di poter effettuare delle videochiamate. In questo modo, anche dopo la pandemia gli utenti hanno continuato ad utilizzare i siti di dating, senza spostarsi su altri social per i motivi più disparati, evitando, comunque, di incontrarsi durante il lockdown, rinviando l’occasione al termine dell’emergenza, nel momento in cui le conversazioni avevano modo di continuare, abbattendo un’ennesima barriera costituita dal contesto.