Vai al contenuto

Quando chiamare il marmista, e che trattamenti si possono fare al marmo?

Tra i mestieri artigianali più antichi spicca sicuramente quello del marmista. I marmisti si caratterizzano per la loro abilità di mescolare fascino, tecnica e tradizione nella lavorazione di questa preziosa pietra naturale.

Ma cosa fa il marmista, e che trattamenti si possono fare al marmo?

Marmista: chi è e cosa fa

Quello del marmista è un mestiere antico, spesso tramandato di padre in figlio, richiedente un alto grado di abilità e competenza sul campo.

Il marmista riesce a trasformare un pezzo di marmo grezzo, estratto dalla cava, in lastre e prodotti finiti. Taglia, lavora e rifinisce il materiale per utilizzarlo in opere, rivestimenti e arredi. Questo artigiano, oltre che abile, è anche esperto e riconosce ogni qualità di marmo, unico per colore, venature, caratteristiche e lavorabilità. Inoltre, il marmista si confronta con altri professionisti, come progettisti, designer e architetti, al fine di consegnare al committente un lavoro perfetto.

Chi lavora il marmo dunque, segue tutte le fasi della realizzazione del prodotto: dalla progettazione alla sua consegna.

Il marmo: tipologie di trattamento

Scalpello, utensili per stuccare, mole e lucidatrici elettriche sono solo alcuni degli strumenti utilizzati da marmista. Il marmo infatti, subirà una serie di procedure atte a custodirne la bellezza e la resistenza nel tempo.

Tuttavia, al fine di conservarlo al meglio, può essere opportuno effettuare ulteriori periodici trattamenti. Tra questi vi sono la pulizia, verniciatura, arrotatura, levigatura e lucidatura.

Mentre una pulizia periodica può racchiudersi nell’uso di prodotti specifici, per una più profonda, che consenta di togliere sporco e macchie indelebili, sarà opportuno rivolgersi a un professionista. Attraverso particolari metodi e tecnologie infatti, questo permetterà al marmo di tornare al suo iniziale splendore. Non solo. I marmisti esperti analizzeranno con occhio attento la superficie al fine d’individuare ulteriori trattamenti.

La lucidatura, ad esempio, elimina graffi e piccole incisioni dalla superficie del marmo, migliorandone la lucentezza. Trattamenti intensivi come arrotatura e levigatura invece, rimuoveranno segni di usura più intensi e ripristineranno una finitura omogenea e lucente.

Di fondamentale importanza per evitare danni irreparabili a questo prezioso materiale sarà sia utilizzare detergenti e prodotti specifici per il marmo, che seguire le raccomandazioni o rivolgersi direttamente a un professionista. Il marmo infatti, seppur all’apparenza resistente, è un materiale estremamente delicato.

A tal proposito, per ulteriori informazioni o preventivi è possibile rivolgersi a marmista.roma.it. Gli artigiani saranno al completo servizio del cliente e, grazie alla loro esperienza e professionalità, svilupperanno progetti su misura per qualsiasi spazio.

VIETATO CLICCARE QUI